Il Natale a Locorotondo si conferma ogni anno più incantevole che mai.

Il rosso degli addobbi natalizi, unito al candore del borgo, regala al visitatore la sensazione di sentirsi avvolti in un’atmosfera fiabesca.

Qualche anno fa avevo già scritto di quanto Locorotondo mi avesse stupita nel periodo delle feste invernali ma la dimestichezza che i suoi abitanti hanno consolidato rispetto alle decorazioni natalizie, ha fatto in modo che i vicoletti del centro storico, fossero letteralmente presi d’assalto da tutti coloro che, numerosi, sono accorsi per ammirare il borgo in festa.

Il Natale a Locorotondo non è solo un successo legato alle feste più belle dell’anno.

La verità è che Locorotondo ha saputo valorizzare se stessa nonostante l’assenza del mare o di una più alta concentrazione di trulli, come nel caso della vicina Alberobello.

Al di là della pianta circolare, delle spigolose cummerse o del caratteristico “lungomare” (come pure è definito nonostante l’Adriatico disti qualche chilometro), Locorotondo non ha niente altro di più dei Comuni vicini. Perché, dunque, Locorotondo riesce a incantare proprio tutti?

Una delle risposte sta senza dubbio nella dedizione che i suoi abitanti le riservano. Locorotondo è un borgo candido tanto nel colore delle case che nella pulizia e nell’ordine che la caratterizzano. Le stradine sono intrise di tranquillità e di un educato silenzio.

Qui e là ristorantini e negozietti di artigianato, si alternano alle case per nulla disabitate. Così le vie si accendono di colori e il profumo del sugo fatto in casa, si confonde con quello della cucina dei locali dove assaggiare i piatti pugliesi.

Va anche aggiunto che Locorotondo è ancora un borgo autentico, di quelli che non si sono montati la testa col turismo: i prezzi sono accessibili e non c’è uno spropositato sforzo di eccellere nell’immagine di sé.

Se tutto questo non è un modello da seguire…

Orbene, giungo alle conclusioni, consigliando a chi è in Puglia, di lasciarsi cullare dalle atmosfere del Natale a Locorotondo.  Per un assaggio degli angoli più addobbati del centro storico, eccovi, di seguito, una sorta di gallery fotografica. Se non vi basta, c’è anche quella del 2017 (cliccate qui).

Natale a Locorotondo
Natale a Locorotondo

Natale a Locorotondo
Natale a Locorotondo
Natale a Locorotondo



Natale a Locorotondo
Natale a Locorotondo
Natale a Locorotondo



Natale a Locorotondo
Natale a Locorotondo

2 Replies to “Il Natale a Locorotondo ha l’aspetto di una fiaba.”

  1. Manco a dirlo, sono arrivata in ritardo su questo articolo, nonostante passo spessissimo sul blg 🙁 ma visto che ho perso questa bellissima opportunità fiabesca, oso chiedere, c’è qualche altra possibilità per i prossimi mesi?…io volevo andare…sigh

    1. Io credo che tutta la Valle d’Itria sia fiabesca a prescindere dal Natale. In ogni caso, se hai modo di andare a Locorotondo nel periodo della Quaresima, troverai sparse per il centro storico le Quarantane (ho scritto a riguardo in un altro post): sono delle bambole che rappresentano delle vecchine, simbolo del periodo della Quaresima (non la quarantena come potrebbe venir facile pensare in questo periodo 🙂 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *