Di ogni viaggio attendo sempre l’ebrezza del volo.

Adoro volare. Provo la gioia di non avere i piedi per terra e di poter scrutare il mondo da lassù, dove le nuvole sembrano montagne di panna montata.

Facciamo delle riflessioni che riguardano sia i voli low cost che le tratte lunghe.

1. Meglio il posto in corridoio o quello vicino al finestrino?

Direi proprio che stare vicino al finestrino ha il suo fascino. Le Alpi, l’isola vulcanica, il deserto, il Mar Morto, il mare, il  mare e il mare, e perfino la cupola dorata di Gerusalemme. Avete idea di cosa significhi avere la prospettiva dall’alto di tutto ciò?

img_0018
Vista sul deserto

Tuttavia, mi sono anche resa conto che per i lunghi viaggi in aereo è preferibile il posto che dà campo libero al corridoio. E’ davvero seccante dover svegliare il tipo accanto per potersi sgranchire le gambe e, peggio ancora, dover andare in bagno.

2. Le compagnie aeree (più precisamente, alcuni aerei di determinate compagnie).

Ryanair è, tra le compagnie aeree, quella che  mi ha “iniziata” ai viaggi in aereo.

Nulla da dire, fino a quando scopri che c’è chi, a parità di prezzo, offre di più. Va bene, il bagaglio a mano comprende la valigia cm 40 x 55 x 20 e una borsa 35 x 20 x 20, cose che, la Wizz Air, bellissimo con quel colore rosa, restringe a una sola, piccola valigia gratuita delle dimensioni di una scatola di scarpe.

Air Berlin fa un saltello di qualità.

Ci sono schermi che mostrano a che punto è il volo e il personale, attento al viaggiatore, offre una bevanda, un piccolo snack e un cioccolatino a fine viaggio (almeno così è stato l’ultima volta che ho volato con la suddetta compagnia).

Berlino50

La Czech Airlines, che utile mi fu per fare in men che non si dica la tratta Budapest – Praga, davvero mi scioccò.

Innanzi tutto, avevo il bagaglio a mano che sforava, se pur di poco, il peso limite consentito. Immaginate quando la signorina addetta al Check In, ci appiccicò sopra un’etichetta giallo evidenziatore, spiegandomi che essendo non propriamente piccino, andava messo in una vattela a pesca stiva. Nel timore di pagare il di più, cercavo di spiegarle che da borsone qual’era, aveva la magia di modificare le sue dimensioni. Al suo ripetuto e incazzoso “It’s too big” tacqui e solo nel vedere l’aereo compresi tutto.

compagnie aeree

Era un aereo piccolo quanto neanche un autobus, con tanto di elica stile elicottero e hostess ben più mature delle colleghe delle altrui compagnie. Quella volta dubitai seriamente che sarei arrivata a destinazione (non certo per le hostess, sia chiaro) e invece, con molta sorpresa, anche qui ho riscontrato la premura di offrire bevanda e spuntino ai passeggeri. Come a dire che, a confronto, Wizz Air e Ryanair fanno la figura dei tirchi taccagni.

Veniamo alle tratte lunghe con Royal Jordanian.

Comodi sedili (nei limiti della classe economy), aereo grande il doppio della Ryanair e il quadruplo della Czech Airlines, schermo sistemato sul retro del sedile di quello d’avanti e  dotato di giochi, musica e films. Per l’appunto le hostess ti consegnano le cuffiette (da trapanarci le orecchie), un cuscino e una coperta per trascorrere dormendo le tante ore di viaggio. Poi arriva la cena (o il pranzo) e pure la colazione.

compagnie aeree

img_0219

Infine concludo con la Thai Airways (tratta Bangkok – Chiang Mai), l’aereo del popolo del sorriso per eccellenza.

Nessuna seccatura se ti vedono con una busta oltre i bagagli, tanti sorrisi e un bel panino da sgranocchiare tutto bello incelofanato e messo in un sacchettino con tanto di bottiglietta d’acqua (oltre ad una seconda bevanda a scelta). Non come quelli che ti costringono a comprare due bicchieri d’acqua al costo di due litri d’acqua!

Una tra le compagnie aeree con cui ho viaggiato!

compagnie aeree

img_0081

3.  Vi state chiedendo se ho paura di volare?

La risposta è no. Ho più paura del pizzicotto di una puntura. Il mio segreto è non anticiparmi affatto alcun tipo di film del genere drammatico o tragico che si voglia e godermi il volo.

Ho il naso appiccicato al finestrino e la testa, quasi, tra le nuvole. Un sogno…

5 Replies to “La lista delle compagnie aeree con cui ho volato”

  1. Pranzo, cena e colazione O_O ma quante ore di volo hai fatto con la Royal Jordanian!? Aspetto con trepidazione di provare anche RyanAir che finalmente ha deciso di arrivare anche a Napoli. Vorrei utilizzare quel famoso bonus che vinsi su Travel365 🙂 ma da brava taccagna aspetto i saldi! 😀
    Esistono ancora i bimotori ad elica! Fantastico! Immagino il rumore in prossimità del motore!
    E comunque non posso fare a meno di ridere ogni volta alla vista di quella che ormai è diventata una coreografia buffissima! Mi riferisco al balletto delle uscite d’emergenza! 😉
    Buon lunedì!

  2. Taccagna? Allora sei in buona compagnia.
    Bella compagnia la Royal, anche se or ora non so dirti quante ore di volo ho fatto, considerato che non era nemmeno un diretto.
    Visto che bel modello l’aereo con le eliche? Invece il balletto… quello mi mette ansia.
    Buona settimana!

  3. Sono di parte dato che in aeroporto ci ho studiato e ci lavoro tutt’ora, ma anche io amo il momento del volo quasi più del viaggio stesso! Il decollo in particolare!

    Mi hai fatta morire quando hai parlato della Czech Airlines XD quello sembra lo stesso ATR 42 che anni fa presi per un Roma – Bologna con Alitalia. Ero pure da sola.
    Diciamo che normalmente ho piena fiducia negli aggeggi volanti delle compagnie aeree, ma quello mise una certa ansia pure a me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *