Arriva il tempo in cui smette di piovere, il tempo in cui la strada si fa in discesa, in cui essere felici ti viene naturale solo perché puoi essere chi vuoi essere.

E’ la volta in cui ti viene finalmente concessa la possibilità di avere un posto di lavoro, di poter dimostrare se e quanto vali, di credere davvero in ciò in cui hai sempre creduto nonostante i momenti di crisi, quelli in cui avresti voluto mandare tutto all’aria, pensando, citando una canzone di  Ligabue, che non fosse mai “tempo per noi”.

La felicità di essere 

Questo è il mio tempo, quella parentesi di vita in cui, nonostante la buona corrente, torno a chiedermi se ho sbagliato la direzione che anni fa avevo scelto di seguire.

Penso che tutto torna.

Tutto si collega, tutto ricomincia ad avere senso, come se il senso delle cose fosse comprensibile solo a posteriori, quando, per dirla alla Steve Jobs, i puntini già segnati su di un foglio possono essere collegati tra di loro.

Le delusioni, la costanza, i dubbi, le lacrime, la tenacia, l’ostinazione, la grande umiltà e quella maledetta timidezza che mi rendono goffa e impacciata.

la felicità di essere

Sorridere sempre, non lasciarsi pervadere da invidie e malumori, avere pazienza, fede, fiducia, crederci.

Essere umili, educati, non avere la presunzione di essere migliore dell’altro, piuttosto imparare, da tutto e tutti, a essere forti, a saper fare, a saper essere.

Ho la valigia fatta di sogni. Quella valigia è aperta e la riempio in continuazione, di stimoli, avventure, persone, incontri, buoni esempi, buoni amici, sorrisi, occhi, mani, parole, desideri.

Prima o poi troverò il posto in cui sistemare la valigia per disfare il tutto e farne dono a chiunque accetti di prendere.  Per ora la riempio ogni due passi in avanti che faccio.

Ecco, dopo tutto sono felice.

la felicità di essere

la felicità di essere
La felicità di essere

2 Replies to “La felicità di essere”

  1. Ciao! Ho letto con piacere le righe che hai scritto: con piacere perchè ricche di semplicità, umiltà e passione!!! Ti auguro di continuare sempre a “camminare” sulla strada che hai scelto di percorrere…
    un saluto dalla famiglia della Fattoria di Morgana

    1. Grazie, grazie mille per aver apprezzato il post e per l’augurio di riuscire a non mollare tutti i sogni in cui ho creduto sin da quando ero solo una bambina. Mi piacerebbe che potessero avere tutti gli occhi sereni come quelli che ho io in queste ultime settimane!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *