browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

Valencia: tanti stili in una sola citta’

Pubblicato da il Ottobre 16, 2015
Valencia, area del Porto,ridisegnata in occasione dell' Americans Cup del 2007

Valencia, Spagna

Se decidete di partire per Valencia in estate, c’è una cosa che dovete sapere: la costa a Sud della Spagna, quella che io ho percorso coast to coast, è davvero caliente. Si, perchè quelle larghe strade di città sono piuttosto assolate e poco allietate dalla brezza marina… sempre che non abbiate incappato in una giornata uggiosa o in un mese che non sia agosto. Se fosse così, non so che dirvi se non che siete stati risparmiati.
Premesso ciò, vi direi che Valencia è soprattutto mare, enormi acquari, giochi scientifici, mercati, piazze dove si rincorre un pallone per trascorrere il tempo, come una volta si faceva nei cortili del mio paese.

Valencia, Ciutat de les Arts i les Ciències

Valencia, Ciutat de les Arts i les Ciències

...

...

La “Ciudad de las Artes y las Ciencias” è decisamente il posto dove lasciare da parte il clima e il tempo, quello che un ticchettio all’orologio scandisce senza sosta. E’ un susseguirsi di curiosità e attività ludiche piegate alla passione della scienza, un posto ideale per le famiglie e per i curiosi che vogliano abbracciare teorie, ipotesi e conoscenze, tutte racchiuse in un’architettura più che moderna,  un complesso di cinque edifici composti da linee bianche e pulite che disegnano forme. L’Hemisfèric, la struttura più curiosa di tutte, rappresenta un grande occhio umano.

valencia7

Nell’ Oceanogràfic, appena fuori dal  Museu de las Ciencias “Príncipe Felipe”,  un acquario dopo l’altro, ci si tuffa nei colori dei mari del mondo, animati da pesci, più o meno grandi, che ti scrutano al di là dal vetro.

valencia9

...

Dall’acquario alle spiaggie di Valencia, bisogna camminare non molto. In compenso c’è il mare in cui nuotare, il porto e quella strada, larghissima, vista tante volte in tv durante la diretta di Formula Uno. Tra regate e gare di auto, questa zona di Valencia respira aria di sport

valencia14

Il caldo, però, attanaglia, specialmente nelle ore di primo pomeriggio, quando nelle case al mare si dorme prima di tornare a nuotare. Così, assetati e accalorati, senza nemmeno ben capire come ci siamo riusciti, prendiamo l’autobus di città e ci ritroviamo in centro.

Miguelete in Plaza de la Reina, Valencia

Miguelete in Plaza de la Reina, Valencia

L’arena, il mercato centrale, i ponti futuristici, le decorazioni composte da piastrelle di ceramica, le chiese di cui non conoscevo né il nome, né la storia, il Palazzo della Musica…

valencia25

Vagavo senza cartina, senza sapere bene dove andare e cosa vedere… è stato tutto un insieme di sorprese, come quando vado in giro per i paesini e non ho paura di perdermi.

Le cartoline fuori dai negozietti, i bar ancora addormentati, la gente seduta ai tavolini delle piccole piazze, qualche gatto in cerca di chissà che.

Non è che Valencia sia caotica come una qualunque città. Ha più l’aria d’essere un grande paese baciato dal Mediterraneo che, tutt’al più, s’accende a sera, tra i locali dove ballare e far festa. L’ideale per il viaggio del week end.

La metro di Valencia è direttamente collegata all'aeroporto.

La metro di Valencia è direttamente collegata all’aeroporto.

__________________________

Valencia: so many styles in a city

 

If you decide to leave for Valencia in the summer, there’s one thing you should know: the south of Spain, that I went through from coast to coast, is really “caliente”. Yes, because the wide streets of the city are sunny and only a little cheered by the sea breeze … unless  there’s  a gloomy day or you’re there in a month other than August. If so, I don’t know what to tell you, except that you have been spared. 

That said, I can tell you that Valencia is above all sea, big aquariums, scientific games, markets, squares where you chase a ball to pass the time, as once upon a time we did this in the courtyards of my country.

The “Ciudad de las Artes y las Ciencias” is definitely the perfect place to set aside the weather and the time, what a ticking clock marks on. It’s a succession of curiosity and fun activities based on the passion of science, an ideal place for families and for the curious who want to embrace theories, assumptions and knowledge, all enclosed in an architecture really modern, a complex of five buildings with white lines that design extraordinary forms. The Hemisfèric, the structure most curious of all, is a big human eye.

In the Oceanographic, just outside the Science Museum  “Príncipe Felipe”, an aquarium after another, you’ll see the colors of the seas of the world, with a lot of fish, large or small, that  looking at you through the glass.

From the aquarium to the beaches of Valencia, you don’t have to walk much; but  finally there’s the sea for swimming, the port and the road, very large, seen on TV during the live of Formula One. Between racing yacht and racing cars, in this area of Valencia, you  breath air of sport.

The heat, however, is unbearable, especially in the hours of the early afternoon, when all people are sleeping in the beach houses of family, before returning to swim. So,thirsty, we took the bus to the city center.

The arena, the central market, the futuristic bridges, the decorations made of ceramic tiles, the churches of which I didn’t  know neither the name nor the history, the Music Palace …

I walked without a map, without really knowing where to go and what to see … it was all a set of surprises, like when I go around the small towns and I’m not afraid of losing me.

The postcards out of shops, bars still asleep, people sitting at the tables of small squares, some cats in search of who knows what.

Valencia is not as chaotic as many other cities. It has rather the air of being a large country-kissed by the Mediterranean. At the most, it comes alive at night, in the discos.
Valencia is the ideal for a trip of the weekend.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Site managed by Scribit