browser icon
You are using an insecure version of your web browser. Please update your browser!
Using an outdated browser makes your computer unsafe. For a safer, faster, more enjoyable user experience, please update your browser today or try a newer browser.

Il polipo da arricciare e mangiare

Pubblicato da il Settembre 27, 2015
Il polipo da arricciare

Il polipo da arricciare

Diciamoci la verità, andare al mare a settembre è come avere l’estate tutta per se. Com’è che solo pochi approfittano delle ultime giornate adatte per godersi l’acqua cristallina e la spiaggia deserta da sentirsi i padroni assoluti?

Tra tuffi e nuotate nel meraviglioso blu visto direttamente stando ad occhi aperti sotto quella coperta chiamata mare, a un certo punto arrivano mio padre & friends con tanto di polipi da arricciare. Si cerca lo scoglio più vicino e si inizia con la fase che precede la cottura di cotanta bontà (e chiedo scusa ai polipi), sotto lo sguardo attento e curioso dei turisti che, venuti da lontano, assistono per la prima volta a qualcosa che qui, in Puglia, non è affatto raro vedere.

Innanzitutto, perché il polipo debba essere arricciato, deve essere fresco, appena pescato…praticamente deve essere ancora vivo! Se vedete uomini che sbattono i polipi su uno scoglio le alternative sono due: o l’hanno pescato essi stessi o lo hanno comprato. Nel nostro caso dobbiamo ringraziare mia madre e i pescatori suoi concittadini che le permettono di comprare pesce freschissimo.

polipo.2

Polipo.3

Ora veniamo alla questione “arricciatura polipo”. E io che m’immaginavo il polpo coi ricci, secondo voi, facevo un pensiero sbagliato? In verità, se la fase di sbattitura sullo scoglio è necessaria perché lo si ammorbidisca, il polipo è finalmente arricciato quando effettivamente i suoi tentacoli si presentano, per l’appunto, arricciati dopo essere stati un po’ agitati nei cestini riempiti con acqua di mare.

A dispetto dell’insicurezza di mio marito, dell’incertezza di mio padre, dello sguardo attento di tutti e l’acquolina in bocca di noi altri, il signor Vincenzo sa il fatto suo. Via la sacca con l’inchiostro che per il polipo altri non è che un meccanismo di difesa, tolto l’occhio dalla parte inferiore della testa …

Il resto è un po’ di fatica che ha il sapore delle cose di paese, di antico, qualcosa da invidiare se il polpo lo state comprando al supermercato, bello, fatto e congelato.

Qualcosa che la gente del posto vive in modo assoluto tanto da non dover nemmeno aspettare che il polpo venga cucinato: se l’hai arricciato te lo puoi mangiare anche così, crudo, in riva al mare, a morsi. Però sa di plastica gommosa al sapore di mare. Almeno questo è il resoconto del mio assaggio (e già è tanto).

Polipo.4

Polipo.5

 Cucinare il polipo

 

 “E come si cucina?” chiedevano incuriosite le signore venute dal Lago Maggiore.

Ci sono tanti modi per cucinare il polipo. Mangiarlo crudo, meglio se condito con limone (e meglio ancora con olio e prezzemolo), è una delle alternative predilette dai “pugliesi doc”.

Polipo.6

Il polipo crudo condito con olio, prezzemolo e limone

Polipo.7

Il primo a base di pesce

Personalmente lo preferisco fatto alla brace, quando il colore rosso annuncia il suo esser cotto a puntino.

Oppure è anche gustoso bollito, tagliato a pezzettini e condito come fosse una categoria di insalatina mista a prezzemolo, limone e olio.

Polipo.8

Polipi alla brace

Polipo.9

Foglie di sedano col quale bagnare di succo di limone e olio, il polipo alla brace

Polipo.10

Il polipo arrosto si arrossa… è quasi cotto!

Il polipo arrostito

Il polipo arrostito

Volendo, il polipo bollito e tagliato a pezzettini fa la sua bella figura su un piatto di pasta.

E che aspettate a venire in Puglia?

_______________________

 The polyp: curled and ate

 

Let’s face it, going to the beach in September is like having summer all to yourself. How is it that only a few are taking advantage of the last days suitable to enjoy the crystal clear water and the deserted beach to feel the absolute masters?

While I’m swimming in that blue sea, at some point my father and friends arrive with the polyps. It seeks the rock closer and we start with the phase preceding the cooking of so much goodness (and I apologize to polyps), under the watchful eye of curious tourists, who have come from far: they witness for the first time something that in Apulia, it is not uncommon to see.

Firstly, because the octopus should be curled, it must be fresh, freshly caught … practically it must be alive! If you see men slamming polyps on a rock, there are two alternatives: they have fished them or bought . In our case we have to thank my mother and his fellow fishermen that allow to buy fresh fish.

The “curled polyp“… and I imagined the octopus with the curls! In truth, knocking the polyp on the rock is necessary to make it softer. It is finally curled when its tentacles appear, precisely, curled after being a bit agitated in the baskets filled with sea water.

Despite the insecurity of my husband, the uncertainty of my father, the watchful eye of all and the appetite of the rest of us, Mr. Vincent knows what he’s doing. He removes the ink that, for the octopus, is a defense mechanism, removes the eye from the bottom of the head … The rest is a little ‘hard work” that has the flavor of old, something to envy if you buy the octopus at the supermarket, made and frozen. Something that the locals live in absolute way because they don’t wait that the octopus is cooked: if the polyp is curly, you can also eat it, raw, on the beach. But its flavor seems rubbery plastic seasoned with sea. At least this is the sensation of my taste (and already is much).

The curious ladies came from North of Italy asked “how do you cook?”. Well, there are many ways to cook the octopus.

Eat it raw, preferably flavored with lemon (and even better with olive oil and parsley), is one of the favorite alternatives of Apulian people.

Personally I prefer the roasted polyp but it’s also tasty boiled, cut into small pieces and seasoned with parsley, lemon and oil.

If you prefer, the octopus is also good boiled and cut into small pieces on a plate of pasta.

And you, what are you waiting for to come in Apulia?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Site managed by Scribit