A te che mi accompagni alla scoperta del mondo, che mi completi perché in viaggio ti occupi del lato “moneta” mentre io provo ad orientarmi tra mappe e incroci senza nome.

A te che sei paziente perché sopporti i miei umori, che a volte parli a sproposito perché in te c’è un flusso incontrollabile di pensieri e uno stato d’animo che solo tu sai.

A te che mi hai convinta ad aprire la porta del mio cuore attraverso un blog, dandomi un aggancio a cui restare aggrappata quando mi sento persa e ho gli occhiali troppo sporchi per riuscire a vedere nuove prospettive.

A te che con me condividi la tua vita, i tuoi sacrifici, i tuoi sogni, le tue speranze.

A te che rendi possibile piccole fughe verso la libertà, vedute su orizzonti più ampi. A te che mi accompagni in mare quando è buio e non si vede il fondo. A te che sei sempre alla guida mentre io ho troppa paura per stare al volante.

A te che dici “non ti preoccupare” anche se sai che ho diffidenza estrema per quelle parole. A te che vuoi raccogliere ricordi felici fatti di noi. A te, per dirla alla Lorenzo Cherubini maniera, che hai preso la mia vita e ne hai fatto molto di più.

A te, mio compagno di viaggi e di vita, per ricordarti quanto sei speciale.

Al mio compagno di viaggi (e di vita)
Al migliore compagno di viaggi (e di vita) che potessi avere

2 Replies to “A te che sei il mio compagno di viaggi… e di vita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *