Per chi li ha visti e per chi non c’era, signore e signori, vi presento i riti del Carnevale più antico d’Europa.

Gli antichi riti del Carnevale di Putignano
Gli antichi riti del Carnevale di Putignano

I Riti del Carnevale di Putignano

Le propaggini

Rispettate la tradizione del “Natale con i tuoi”, ma ricordate di essere qui il 26 dicembre, data d’inizio del Carnevale di Putignano.

Da pomeriggio a sera vi si attende per le Propaggini, una tradizione che ha avuto origine più di 600 anni fa, in occasione della traslazione delle reliquie di Santo Stefano (oggi  custodite nella chiesa di S. Maria la Greca), dalla vicina Monopoli.

Fu così che nacque la voglia di satira e festa dei contadini che, all’epoca, erano occupati con l’innesto della vite.

I putignanesi, attenti e divertiti, ascoltano le battute dei gruppi di propagginanti che “commentano” fatti e personaggi del paese.

L’ evento si svolge nel rispetto della tradizione, dai costumi… al dialetto.

Che meraviglioso senso di antico e popolare avvolge questi fanatici del Carnevale e del Cippone!

Cosa è il cippone? Oltre ad avere un “doppio senso”, rappresenta la già citata pianta della vite.

Le "Propaggini" del 26 dicembre in Piazza Plebiscito
Le “Propaggini” del 26 dicembre in Piazza Plebiscito

La festa dell’orso

Tornate per la Festa dell’Orso, il 2 febbraio, giorno della Candelora.

Un orso (tranquilli, è solo qualcuno mascherato) se ne và in giro per il paese, tra abbuffate e divertimenti. Aih lui, qualcuno glie ne farà colpa e lo catturerà.

Non gli resta che farsi processare sotto gli occhi del pubblico che deciderà se volerlo “vivo o morto”.

Siamo buoni, non c’è che dire.

Ma c’è un’orsa che attende di dare risposte.

Si dice, infatti, che se quel giorno il tempo è clemente, l’orso si sia potuto preparare il suo pagliaio: inverno ancora lungo dunque. In caso contrario, l’invero sarà breve. “Orso buono, orso bello, ti chiediamo a ritornello, canta il gallo, cresce il giorno: primavera è già qui intorno?”

Di sicuro intorno c’è il clima di allegria carnacialesca che con le sfilate dei carri allegorici, attira turisti e riempie di vanto e orgoglio questa cittadina pugliese.

La "Festa dell'Orso" del 2 febbraio
La “Festa dell’Orso” del 2 febbraio
I corsi mascherati
I corsi mascherati

Putignano107,1

Le sfilate del Carnevale

I giovedì

E poi ci sono i giovedì. Nelle cantine si fa festa: balli, maschere e abbuffate.

Meravigliosa atmosfera nel giovedì dedicato agli uomini sposati.

Già all’alba, il gruppo dell’Accademia dei cornuti se ne va allegramente in giro per nominare il cornuto dell’anno.

La giornata si conclude quando, a sera, i (finti) cornuti si abbandonano alle cure dell’Accademia.

Il "taglio delle corna" nel Giovedì dei Cornuti
Il “taglio delle corna” nel Giovedì dei Cornuti

Putignano112

Putignano111

L’estrema unzione e il funerale del Carnevale

Orbene, giunge quasi a conclusione questo antico Carnevale.

Preghiere e lacrime con l’Estrema Unzione che benedice chiunque capiti sotto tiro. O vi scanzate o vi fate benedire, punto.

L'Estrema Unzione nel lunedì che precede il martedì grasso.
L’Estrema Unzione nel lunedì che precede il martedì grasso.

Il giorno dopo questa strana benedizione è il martedì grasso e dunque anche l’ultimo giorno del Carnevale.

Sul Corso Umberto I, via del Carnevale per eccellenza e centro nevralgico della cittadina, i carri sfilano per l’ultima volta nell’anno in corso, sotto un cielo nero che permette loro di accendersi di luci.

A fine corso mascherato eccoli di nuovo, sempre pronti a benedire, i finti preti che, afflitti e addolorati, accompagnano il feretro del Carnevale verso la sua fine.

Un pupazzo, simbolo dell’evento, verrà bruciato. E’ il Funerale del Carnevale.

La vedova del Carnevale...molto addolorata!
La vedova del Carnevale…molto addolorata!
Putignano121
.
Il funerale del Carnevale
Il Funerale del Carnevale

Il funerale del Carnevale

Putignano128

Putignano133

Putignano130

La mostra temporanea sul Carnevale di Putignano, sul Corso Umberto I
La mostra temporanea sul Carnevale di Putignano, sul Corso Umberto I
La Campana dei Maccheroni, nel martedì grasso del Carnevale
La Campana dei Maccheroni, nel martedì grasso

I rintocchi di una campana segnano le ultime ore di divertimenti e balli, poi le Ceneri, scanzatevi o voi maschere, fanno la loro comparsa.

Tra l’allegria e la tranquillità delle mostre allestite per l’occasione, è stato tutto bello, come sempre.

Carnevale, anche quest’anno ha regalato a questa cittadina momenti di notorietà e allegria. Ma ora è la Quaresima e Putignano ha grande rispetto.

Il sipario si chiude, la musica si spegne e le maschere tornano a casa.

Inizio della Quaresima, ceneri e fine del Carnevale.
Inizio della Quaresima, ceneri e fine del Carnevale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *