Come il mito di Babbo Natale sia arrivato a fare della Finlandia la sua casa, davvero non so spiegarlo.

Certamente l’atmosfera invernale della Lapponia, può essere uno scenario fiabesco e ben si presta a fare da cornice ad un personaggio quale è Santa Claus.

Santa Claus, appunto.

Santa Claus in Bari
Bari, la vera città di Santa Claus

Senza perdere di vista questo nome, San Nicola, sto per far torto ai nostri amici Finlandesi, come pure a tutti i bambini che, in questo momento, lo immaginano circondato dagli elfi mentre organizzano i pacchetti da consegnare la notte di Natale

Quel che so è che nel 1823, Clement Clarke Moor, con la sua poesia “La visita di San Nicola”, ha dato al Santo renne e slitta,.

Thomas Nast, nel 1863, lo disegna come un anziano paffuto, barbuto e in pelliccia.

Haddon Sundblom, nel 1931, lo veste di rosso finché la Coca Cola diffonde nel mondo la nuova immagine del Santo.

Santa Claus
La Cattedrale di San Nicola

San Nicola e la città di Bari

San Nicola, in realtà, era un vescovo della Turchia.

Nacque intorno al 257 dopo Cristo, in un’epoca in cui la situazione economica e politica non era stabile.

La vera leggenda di Santa Claus

 Il Santo si distinse per la sua guida pastorale, per la sua bontà e per le opere miracolose.

La leggenda racconta che avesse donato 3 sacchetti di monete a tre fanciulle, per salvarle dalla povertà.

Pur di restare anonimo, il terzo sacchetto lo lasciò cadere giù dal camino.

Le sue reliquie, rimaste a Myra  (in Turchia) fino al 1087, giunsero nel capoluogo pugliese grazie a 62 marinai baresi.

Non stupitevi, dunque, se vi dico che in molti credono che Babbo Natale sia a Bari.

Babbo Natale ha origini turche, è venerato in tutto il mondo ma ha un forte legame con la città di Bari, dove la sua presenza è reale.

La devozione per il Santo

In molti, a Bari, hanno il nome di Nicola.

Perfino lo stadio si chiama “Stadio di San Nicola”.

In giro per le vie di Bari Vecchia, splendidamente tenuta dai suoi abitanti, troverete numerose edicole, tra cui quelle raffiguranti il Santo.

I Baresi poi, non sono gli unici a venerarlo.

La cripta della Basilica, dove si conservano le reliquie, si affolla soprattutto in occasione delle festività in cui si celebra il Santo (il 6 dicembre e il 9 maggio).

Ai cristiani in preghiera, si affiancano fedeli ortodossi spesso giunti dalla lontana Russia (di cui il Santo è patrono).

L’unione delle due fedi, all’interno della cripta, rende suggestive le atmosfere della Basilica e crea un forte legame tra Oriente e Occidente.

Santa Claus

Bari.13

Santa Claus

Bari.4

Bari.2

Bari.8.1

Bari.8

Bari.6

Bari.5

Bari.5,1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *